Pagina:Bandello - Novelle, Laterza 1912, V.djvu/28


NOVELLA LXI1 25 cjie andiamo di mal in peggio e che tra’ cristiani sia più discor¬ da che mai. Ragionandosi adunque de l’esser de la nostra età e de le molte mogli che il re d'Inghilterra s’ha preso, messer Liberio Almadiano, viterbese, che lungo tempo aveva praticato in Inghilterra, narrò il tutto brevemente. Il che avendo io scritto e ridutto al numero de le mie novelle, l'ho voluto publicare sotto il vostro nome, come testimonio de l’amicizia che, poco è, in Linguadoca tra noi s'è cominciata. State sano. NOVELLA LXII De le molte mogli del re d'Inghilterra e morte de le due di quelle, con altri modi e vari accidenti intervenuti. Enrico, di questo nome ottavo re d'Inghilterra, prese per moglie Caterina figliuola di Ferrando d'Aragona e d'isabella di Castiglia sua moglie, che meritarono per lo conquisto del reame di Granata e per il zelo che avevano de la fede catolica esser chiamati i « regi catolici », ancor che prima fosse dato questo titolo ad Alfonso, primo re di cotal nome. Con questa Caterina ebbe Enrico una figliuola chiamata Maria, giovane di grandissimo spirito e di bei costumi e grate maniere dotata. S’innamorò esso Enrico d’Anna, de la famiglia di Bologna, figliuola d’un cavaliero de l’isola, giovane di corpo molto bella ma di basso animo e plebeo, che era de la reina Cate¬ rina donzella, e tanto innanzi andò con questo suo amore e si il re vi s’abbagliò, che entrò in pensiero di repudiar la reina e prender questa sua donzella per moglie. Si dice che il car¬ dinale Eboracense, che alora amministrava tutti gli affari del reame, lo consegliò che la repudiasse, con dargli ad intendere che seco il sommo pontefice averia dispensato, pretendendo al divorzio questa ragione, che Caterina era prima stata moglie del fratello maggiore d'esso re e che perciò non poteva esser sua consorte. Ma alcuni altri dicevano al re che avvertisse bene, che il papa non separerebbe mai questo matrimonio, perché quando egli la sposò fu dal papa, che alora era, dispensato di poterla sposare ancora ch'ella fosse stata moglie del fratello,