Pagina:Bandello - Novelle, Laterza 1910, II.djvu/251


24S PARTE PRIMA pietra, ora un fuscello di paglia ed ora altre simili cosette, non cessava in mille modi travagliarlo. 11 figliuolino de la donna, come fanno i piccoli fanciulletti, rideva e ad imitazione de la madre anco egli ciò che a le mani gli veniva, gettava a dosso al con¬ tadino, e fuggiva e tornava, mostrando talora Antonello di vo¬ lerlo prendere ed ora di lasciarlo. E cosi tra tutti tre pareva a punto che facessero una comedia. Antonello che chiaramente comprendeva l’animo de la madonna, poi che avendola baciata non s’era mostra schifevole né con viso turbato l’aveva garrito, disse fra sé: — Costei ha il marito vecchio che non deve po¬ terle sodisfare ai suoi maggior bisogni, perciò che nel letto deve sempre esser più freddo che ghiaccio, e per questo ella va cer¬ cando alcuno che invece del marito si mostri valoroso cavaliero a la giostra. Io proverò pure mia ventura e vederò se mi può riuscire. E che diavolo di male me ne seguirà? Qui non è nes¬ suno che possa esser testimonio a’ fatti nostri, perché, a ciò ch’io veggio, quella vecchia deve esser consapevole dei con¬ trabandi che la madonna fa con questi diavoli incarnati degli scolari, che devendo attender a studiare, fanno a l’amore con que¬ ste femine di Pavia andando la notte a torno, e poi fanno cre¬ der a’ parenti loro che si consumano sui libri, lo so bene ciò che diceva messer Girolamo Sacco da Caselli quando veniva da Pavia a Seivano. Si che de la vecchia non debb’io aver paura, perciò che la madonna non scherzarebbe di questa ma¬ niera meco se ella di lei non si confidasse. Del picciolo suo figliuolino non accade che io abbia paura, perciò che egli non conosce ancor che cosa sia questo mondo. — Mentre che An¬ tonello faceva tra sé i conti suoi e andava chimerizzando co¬ m’egli potesse attaccar l’uncino al padrone, ella non cessava di dargli impaccio e molestarlo. Veggendo adunque che la sec¬ caggine dei fastidi che la donna gli dava non veniva meno, anzi tuttavia di più in più cresceva, prese il suo coltello e fran¬ camente tirò una riga e la segnò tra sé e la madonna, come se un termine por vi volesse che non si devesse passare. Stava la donna con meraviglia a riguardar ciò ch’egli faceva e non sapeva indovinar la cagione. Antonello poi che ebbe la riga