Pagina:Bandello - Novelle, Laterza 1910, II.djvu/139


iì6 PARTE PRIMA il successo del tutto essere come ora vi ho narrato. Cotal fine adunque ebbe il misero Francesco Totto del suo poco regolato amore. Cosi Dio ne guardi tutti d'amare di questa maniera, per¬ ché in effetto tutte l’azioni nostre, come si discostano dal dritto de la ragione, non ponno esser buone e per l'ordinario sempre la fine di quelle sarà cattiva, secondo che per mille esperienze tutto '1 di avvenir si vede. Ami dunque ciascuno temperatamente e il freno de la ragione mai non lasci in poter degli appetiti.