Apri il menu principale

Pagina:Bakunin - Conferenze.djvu/37


— 33 —

tutte le volte che esso fissa e garantisce interessi di altri e non suoi, essa cospirò di nuovo. I signori Guizot, Perrier, Thiers e tanti altri che sotto Luigi-Filippo si erano distinti come i più fanatici e partigiani difensori di un governo di oppressione e di corruzione, ma borghese e perciò perfetto ai loro occhi, tutte queste anime dannate della reazione borghese, cospirarono durante la Restaurazione. E nei luglio 1830 trionfarono ed inaugurarono il regno del liberalismo borghese.

E’ dal 1830 che data di fatto la dominazione esclusiva degli interessi e della politica borghese in Europa; e sopra tutto. in Francia, in Inghilterra, nel Belgio, nell’Olanda e nella Svizzera. Negli altri stati come la Germania, la Danimarca, la Svezia, l’Italia, la Spagna ed il Portogallo, gli interessi borghesi riuscirono a prevalere su tutti gli altri, ma non il governo politico dei borghesi. Non vi parlo del grande e misero impero di tutte le Russie che è ancora sottomesso al despotismo assoluto degli czar, e che veramente non possiede una classe politica intermedia, non ha un organismo politico borghese, ma ha invece da una parte il mondo ufficiale, una organizzazione militare, poliziesca e burocratica per soddisfare i capricci dello czar; e dall’altra il popolo, e cioè decine di milioni di esseri umani che lo czar ed i suoi funzionari divorano. In Russia la Rivoluzione verrà direttamente dal popolo, come ampiamente l’ho dimostrato in un lungo discorso che ho detto qualche anno fa a Berna e che vi farò avere al più presto. E nemmeno, vi parlo di questa infelice, eroica Polonia, che seguita a dibattersi ed è sempre di nuovo soffocata, ma mai finita, dagli artigli di tre aquile infami: quelle dell’impero di Russia, dell’impero d’Austria, e del nuovo impero di Germania rappresentato dalla Prussia. In Polonia come in Russia manca una classe media; da una parte vi è la nobiltà, burocrazia ereditaria serva dello czar in Russia, e dominante una volta ma oggi disorganizzata in Polonia; dall’altra il contadino as-