Pagina:Baccini - Memorie di un pulcino, Bemporad & Figlio, Firenze, 1918.djvu/173


imi — mi disse Pio — di pre¬ sentarti il signor Tripolini, insetto molto noto per la sua bella voce. Egli ha dato degli splen¬ didi concerti. — Il signore ha la gola fatta come noi ! — gli domandai molto stupito di quegli elogi, che, a dir vero, mi parevano poco giustificati. — Oh, no! — rispose il grillo con alterezza — noi saltatori.... — Ha detto f — Saltatori: nome della mia famiglia, una famiglia antichissima, signore. — Uè sono persuaso.... — Noi abbiamo parenti altolocati in Spa¬ gna e in Barberia. — Lo credo ! — Tornando al discorso, le dicevo che noi grilli produciamo il canto per mezzo dello sfregamento delle nostre elitre. Una cosa ma- ravigliosa. A nostro confronto gli usignoli si possono rimpiattare.... — Ti mancheranno molte cose, amico grillo ; — dissi fra me — ma la superbia non ti manca di sicuro ! — 168 — — Gli