Pagina:Baccini - Memorie di un pulcino, Bemporad & Figlio, Firenze, 1918.djvu/16


— 10 —


Una mattina, per dirvene una, venne nel podere una vecchierella tutta vestita da festa con un fagOttino da una mano e un galletto vivo da quell’altra; cercò della Tonia, e appena l’ebbe scorta da lontano, le andò incontro piangendo.

Baccini - Memorie di un pulcino, Bemporad & Figlio, Firenze, 1918 (page 16 crop).jpg

— Oh nonna, — disse la massaia — che miracolo è egli questo? che siete venuta a mangiare un boccone con noi! Ma vo’ piangete.... per carità, ditemi quel che v’è successo.

— Figliuola mia, — rispose la vecchina, asciugan¬ dosi gli occhi con la còcca del grembiule — i’ ho ch’i’ son venuta a dirti addio...,

— Come! o dove andate?