Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/73


— 57 — e dicembre in quello di Empoli, ove fu straordinariamente abbondante nel dicembre 1886 (Fucini); abbondante di passo e nell'inverno nei distretti di Fiesole, Sesto e Signa {GargioUi, Fontebuoni). Comune ed invernale nel Casentino, Arezzo [Fiorini^ Pauer); fors' anche sedentaria (Beni). Co- mune nel passo autunnale, meno in quello primaverile in Val di Chiana {Griffoli). Così nel distretto di Sarteano, Siena (Bargagli); comune al passo autunnale in quello di S. Grimignano (Pmducci, Marri). Comune da ottobre a febbraio nelle prov. di Siena e di Grosseto {Dei^ Ademolló). In Toscana è sedentaria e nidificante sui monti del Casen- tino e del Pistoiese ; abbonda durante il passo {Roster). Marche: Piuttosto scarsa ed erratica (Paolucci). Campania: Di rara comparsa in ottobre nella prov. di Napoli (Franceschini , Monticelli). Puglie: Di scarsa ed irregolare comparsa (De Romita). Calabrie: Autunnale e poco frequente nella prov. di Reggio {Bioretti). Sicilia: Rara nella prov. di Messina {Ruggeri, Pistone). ±"7. IVLontifringilla nivalis (Linn. ex biìss.) Fringuello alpino. Franguel dia fiocca, Nevareul {Cuneo) — Freu, Fran- guel di al bianch, Franguel dia nev {Nov.) — Ùsell de la nef, Bianchin {Vali.) — ■ Chinsoun de li neo {Nizza). Piemonte: Scarso in montagna nella prov. di Cuneo, ove è sedentario;, vi nidifica nel maggio allevando una sola covata {Ahre). Nel cuor dell' inverno qualche esemplare ca- pita sul mercato di Torino, ma non tutti gli anni {Marto- relli). E di comparsa rarissima e soltanto nei più rigidi inverni nel territorio di Voltaggio {Camusso). Sui monti del- l' Ossola nidifica in prossimità dei ghiacciai, vive a branchi e di rado scende al piano nell' inverno {Bazetta). Sedentario — 58 —