Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/659


424. Rissa tridactyla (Linn.) Gabbiano terragnolo. Ochetta (Arenzano) — Ochin , Ciumbin {Savona). Lo Schiavnzzi ricorda un branco di oltre 100 indivi- dui, comparso sulla rada di Pirano (Istria) il 24 febbraio 1879 e che vi si trattenne fino ai primi del susseguente marzo. Il Salvadori {Ucc. ital, p. 289) rammenta come in Liguria questa specie si fa vedere abbondante nel maggio ; e spiega il caso dicendo che si tratta di individui sviati i quali in- vece di seguire le coste dell'Atlantico, nella loro migra- zione a settentrione, seguono quelle del Mediterraneo e si affollano nel Golfo di Genova. È noto come questa specie artica e subartica, emigri a mezzogiorno nella stagione fredda giungendo sin sulle coste occidentali dell' Africa. Piemonte : Nel 1872 ne fu ucciso uno nella E. tenuta di Pollenzo {Abìx). Lombardia : Due volte sarebbe stato preso nella prov. di Pavia; l'ultimo, un maschio, venne ucciso a Scarpone sul Ticino r 8 novembre 1879 (Pavesi). Di comparsa acci- dentale nella Lombardia (Turati). Liguria : Capita più frequentemente nell' autunno nel Nizzardo (Gal). Scarso nel distretto di Savona, ne ebbi un giovane preso in un branchetto di 5 o 6, il 30 dicembre 1876 (Piccone). Raro in primavera nel distretto di Arenzano (Lu- ciani). Di scarso passo primaverile nel distretto di Spezia (Carazzi). Toscana : Accidentale in Val di Chiana , ove ne ebbi uno adulto nel febbraio 1879, Avif. Ital. p. 428 (Grlgoli). Raro nel Senese e nel Grossetano (Dei). Il 30 dicembre 1888, un esemplare di questa specie venne ucciso dal signor Paolo Damiani a Portoferraio (Elba) e gentilmente donato alla Collezione italiana in Firenze dal signor Giacomo Damia- ni; è in abito giovanile (Giglioli). — 644 —