Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/655


— 639 — Veneto: Raro nella prov. di Padova {Arrigoni). Rarissi- mo in quella di Rovigo; ne uccisi uno nelle Valli Veronesi neir ottobre 1882 {Dal Fiume). Liguria: Capita in primavera e nell'autunno nel Niz- zardo, talvolta in gran numero {Gal). Raro in primavera nel distretto di Arenzano e Cogoleto, Genova (Luciani). Scarso in primavera nel distretto di Spezia {Carazzi). Toscana : Abbastanza frequente in primavera nella prov, di Lucca {Martorelli); nel padule di Massaciuccoli ne vidi anche in luglio, settembre e dicembre {Gragnani). Qualche anno giunse assai numeroso in aprile sui laghi in Val di Chiana, per due o tre giorni soltanto {GriffoU). Invernale e piuttosto comune in Maremma {Dei^ Ademollo). Piuttosto comune in primavera nella Toscana; nel 1884 ve ne fu una invasione {Roster). Campania: Scarso nella prov. di Napoli {FrancescJiini , Monticelli). Puglie: Invernale abbondante, e di passo regolare in primavera e nell' autunno {De Romita). Calabrie : Comune dal novembre all' aprile nella prov. di Reggio {Moschella, Moretti). Sicilia: Comune in marzo ed ottobre nella prov. di Messina {Ruggevi). Sardegna: Non comune, di passo irregolare; ne uccisi in luglio ed agosto {Bonomi). 421. Clirooceplialus melanoceplialus ^Natt.) Gabbiano corallino. Hydrocoloius melanocejjhalus , Salvad. Crocal, Cocàl, Crocàl a la testa nera {Padova) — Ochin (Arenzano) — C'iumbin (Savona) — Ocheto de mae (Spezia) — Girella (Lucca) — Cucalina {Marche) — Gnaguìna capa-nera (Nai).) — Cirru, Oca marina testa nira (Mess.) — Cau (Sar