Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/642


— Rarissima nella prov. di Padova (Arrigoni). Ho saputo che nel maggio 1888 il signor M. Gianese di Lonigo ebbe un maschio di questa specie da lui ucciso in quel distretto {Gi- glioli). Liguria: Di passaggio primaverile, maggio, nei Nizzardo (Gal). Alquanto scarsa nel distretto di Savona, ove si vede soltanto in aprile e maggio {Piccone). Rara in maggio, in quello di Arenzano (Luciani). Molto scarsa in maggio ed ottobre nel distretto di Spezia (Corazzi). Toscana : Si prende in buon numero alle reti in mag- gio a Massaciuccoli, Lucca (Martorelli^ Gragnani). Scarsa nella prov. di Firenze; ne ebbi una da Peretola il 1** giu- gno 1878 (Giglioli). Non rara in maggio nelle praterie presso i laghi in Val di Chiana (Griffoli). Di passo quasi regolare in maggio nelle prov. di Siena e di Grosseto (Dei^ AdemoUo); in Maremma è anche estiva e di passo autunnale (AdemoUo). Frequente in primavera e fors' anche nidificante in Toscana (Eoster). Marche: Scarsa (Paolucci). Campania : Di scarso passaggio in ottobre nella prov. di Napoli (Franceschini, Monticelli). Puglie : Di passaggio regolare in piccoli branchi verso la fine dell'aprile ed in maggio, ma non frequente (De Romita). Calabrie : Di passo in maggio nella prov. di Reggio (Moscliella). Sicilia: Rara; passa in aprile-maggio nella prov. di Messina (Buggeri, Pistone). Scarsa al litorale, giunge in aprile e parte in settembre nel distretto di Modica, Siracusa (Del- lafonte, Garofalo). Si vede soltanto in aprile e maggio nel distretto di Terranova, Caltanissetta (Carvana). Rara, di passo in maggio, in quello delle Madonie, Palermo ; nel 1841 una venne uccisa in Castelbuono (Palumbo, Glorici). Sardegna: Non comune; soltanto in primavera ne po- tei avere (Bonomi).