Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/638


— 622 — Veneto : Accidentale nella prov. di Vicenza (Molan). Di casuale comparsa al piano nel Bellunese [Soravia). Fre- quente nel Friuli dal settembre all'aprile {Vallon). Comune nella prov. di Padova (Arrigoni). Raro in quella di Rovigo (Dal Fiume). Emilia : Non comune nella prov. di Parma (Del Prato), Liguria : Di passo primaverile nel Nizzardo (Gal). Raro nel distretto di Savona, ove ne ebbi un solo dopo una forte nevicata, il 29 dicembre 1886 (Piccone). Comune di doppio passo in quello di Arenzano (Luciani). Scarso, ma di passo regolare specialmente in novembre, nel distretto di Spezia (Carazzi). Toscana: Comune da novembre ad aprile nella prov. di Lucca (Martorelli) ; vedesi anche in settembre (Gragnani). Di passo al piano nel distretto di Fauglia, Pisa (Ott). Scarso nel marzo nella prov. di Firenze (Tnrchetti^ Fontebuoni)] avuto anche in aprile (Giglioli). Non comune, ma di doppio passo in Val di Chiana (Griffoli). Non comune di passo nel Senese (Dei)', giunge in Maremma in ottobre e parte alla metà di aprile (Ademollo). Comune in Toscana; nell'ago- sto 1886 ne vidi vari branchetti nella tenuta reale di S. Ros- sore (Poster). Marche : Scarso, vedesi negli inverni rigidi (Paolucci). Campania : Frequente, passa in ottobre nella prov. di Napoli (Franceschini, Monticelli). Puglie : Abbondante al j^asso autunnale, che incomin- cia in giugno, ed al passo primaverile, marzo-aprile, fre- quente anche nell'inverno; ed in tutti i mesi dell'anno si trova tranne nel maggio (De Romita). Calabrie : Abbondante in ottobre ed in maggio nella prov. di Catanzaro (De Fiore). Scarso nei dintorni di Reg- gio (Moscìiella)] non infrequente nella « piana » di Palme (Moretti). Sicilia: Comune di passo in marzo-aprile ed in otto- bre-novembre, nella prov. di Messina (Ruggeri, Pistone). Scarso in aprile nel distretto di Modica, Siracusa (Delia- fonte, Garofalo). Giunge in branchi in novembre, sverna, fa — G23 —