Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/63


piano a branchi in marzo-aprile nel distretto delle Mado- nie, Palermo {Palumbo, Movici). Giunge dalla metà di otto- bre a quella di novembre, parte dalla metà di marzo alla metà di aprile nel distretto di Palermo {Giannattasio). Sardegna: Giunge in autunno e parte in primavera, frequenta i canneti e luoghi paludosi {Bonomi). IS. StUrnUS UniCOlOr, La Marm. in Temm. Storno nero. Struneddu niuru, Struneddu paisanu cu pizzu giarnu {Terran. Sicil.) — Sturnieddu niru {Castelh. Madonie) — Stur- ru nieddu {Sarà.) Liguria: Il Salvadori {Ucc. itcìL, p. 183), ricorda altri due casi della cattura di questa specie in Liguria: uno presso Sestri Ponente il 16 gennaio 1867, un secondo il 18 gennaio dello stesso anno nel Bisagno, Genova {Giglioli). Di comj^arsa accidentale nel distretto di Spezia, giunge in tal caso assieme alla specie comune che si prende in copia colle reti; nella raccolta del prof. F. Magni-Griffi a Siena si con- serva un individuo preso nella Val di Magra (Carazzi). Toscana: Di comparsa accidantale nella prov. di Siena e nel Grossetano {Dei). Sicilia: Comune, specialmente ai monti, e sedentario nella prov. di Messina; depone da 4 a 5 uova per covata {Buggeri^ Pistone). Frequente ovunque e sedentario nel di- stretto di Modica, Siracusa (Dellafonte, Garofalo). Coraune, ma non abbondante e sedentario nel distretto di Terranova, Caltanissetta; abita e nidifica nei campanili e case di campa- gna, ha un canto non sgradevole (Carvana). Comune e se- dentario ai monti nel distretto delle Madonie , Palermo {Pa- lumbo , Movici). Sardegna: Comunissimo e sedentario ovunque, abita nei villaggi al piano e al monte, ma preferisce il piano e la vicinanza di stagni; ne ebbi varietà isabelline ed albine {Bonoìni). — 48 —