Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/618


. di — 602 — Lucca; ne uccisi anche nella prima metà di agosto 1887 a Massacinccoii {Gragnani). Non raro in primavera nella prov. di Firenze (Fontebuoni); avuto in marzo ed aprile {Gi- glioli). Scarso in primavera nella prov. di Grosseto {Ade- mollo). In Toscana era in passato raro, ora si sarebbe fatto più comune; passa nel marzo-aprile in branchetti (Roster). Marche: Scarso {Paolucd). Campania : Di scarso passaggio in aprile ed in ottobre nella prov. di Napoli {Franceschim, Monticelli). Puglie: Di passo regolare, ma piuttosto scarso in marzo ed ai 2)rimi dell'aprile {De Romita). Calabrie: Scarso, di passo, in primavera {De Fiore). Sicilia: Raro nella prov. di Messina (Ruggeri)] di passo in aprile-maggio ed agosto-settembre {Pistone). Sardegna : Piuttosto raro, ma ne ebbi dalle Saline di Cagliari in aprile ed in settembre (Bonomi). 394. TotanUS CalidriS (Lmn.) (ex Aldrov.) Pettegola. Fouloun, Piò-piò gross, Courenton {Basso-Pieni.) ■ — Totanòn {Padova) — Courentin a pe rougie {Nizza) — Cièuvi {Arenzano) — Bulgaria de gambe russe {Savona) — Fisc-ciòn {Spezia) — Chio-cbio {Lucca) — Tirolino {Nap.) — Spiune {Calahr.) — Papiola 'mperiali {Mess.). Piemonte : Scarsa al piano in prov. di Caneo, ove è di passaggio in aprile ed in settembre {Abre). Così nella prov. di Torino {Gasca); la incontrai lungo il Po e la Stura nella prima metà di agosto {Martorelli). Piuttosto comune sol- tanto durante il passo primaverile nella prov. di Alessan- dria {Camusso). Lombardia : Di doppio passaggio ed invernale nella prov. di Cremona {Ferragni). Non frequente in quella di Mantova {Paglia). Generalmente scarsa in Lombardia {Tu- rati^ Borromeo