Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/616


Bainottì); scarso in prov. di Torino (Gasca); ne ebbi uno nell'agosto (MartorelU). Abbastanza comune, ma soltanto alle due epoche della migrazione, sino a tutto maggio in primavera, e da agosto ad ottobre, nella prov. di Alessan- dria {Camussó). Lombardia : Scarso nella prov. di Milano (BramhiUa). Passa in aprile e maggio e ripassa dal luglio al settembre nella prov. di Cremona (Ferragni). Generalmente comune in Lombardia {Turati^ Borromeo). Veneto : Frequente e forse nidificante nel Friuli ; ne ebbi uno il 27 maggio 1882 (Vallon). Sembra essere piut- tosto comune nella prov.' di Padova {Arrigoni), Cosi in quella di Rovigo {Ual Fiume). Emilia: Scarso nella prov. di Parma {Del Prato). Liguria : Di scarso passaggio in primavera nel Niz- zardo {Gal). Piuttosto comune nel distretto di Savona, ma soltanto durante il passo in marzo, aprile e maggio {Picco- ne); cosi in quello di Arenzano {Luciani). Frequente in pri- mavera nel distretto di Spezia {Carazzi). Toscana: Comune di doppio passo, specialmente in aprile nella prov. di Lucca; 1' ho veduto anche in giugno e luglio a Massaciuccoli, onde non è improbabile che vi ni- difichi {Gragnani). Di passo al piano nel distretto di Fau- glia, Pisa (ptt). Comune e forse nidificante nella prov. di Firenze {Fontehuoni)\ avuto in marzo-aprile e primi di luglio (GiglioU). Comunissimo in aprile, passa anche nel settembre in Val di Chiana {GriffoU). Non comune nel Senese {Dei) ; giunge in aprile a branchi nella Maremma e rimane l' estate {Ademollo). Comune assai e nidificante in Toscana; sarebbe la specie più comune ed avrebbe nidificato a Fucecchio {Poster). Marche : Scarso di passo {Comizio agrario Fabriano). Puglie: Frequente in primavera, aprile-maggio; meno frequente in autunno a cominciare dalla metà di agosto {De Poniita). Calabrie : Frequente al passo primaverile nella prov. di Catanzaro {De Fiore). — 601 —