Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/577


35S. Houtoara undulata (jacq.) Ubara africana. Oubara, (Aid. Ital.). Non avrei nulla di nuovo da aggiungere a quanto dissi nella mia Avifauna Italica (p. 364), intorno alla comparsa accidentale di questa specie nell'estremo lembo della regione italica, se non che in una sua recente pubblicazione ' il pro- fessore Carruccio afferma la presenza di due esemplari della H. undulata nella Collezione provinciale del Museo zoolo- gico della E,. Università di Roma, asserendo che entrambi furono catturati nella provincia : uno donato nel 1860 dal prof. Pozzi, l'altro avuto in carne nel 1879 dal signor Ven- turi, di CamjDagnano, ove sarebbe stato preso. Io ritengo erronea l'asserzione e conosco da lungo tempo i due uccelli suddetti; il primo non fu mai sinora ritenuto per preso in Italia e né la data ne il luogo della sua cattura si conoscono; il secondo fu da me ceduto in cambio al prof. De Sanctis, nel 1877 ed apparteneva al R. Museo zoologico di Firenze, ove portava il u. 1685 del Catalogo ornitologico del 1843; proveniva dall'Algeria ! Suppongo che , siccome i due in- dividui della H. Macqueeni presi nella prov. di Roma e con- servati entrambi in quel Museo sino al 1877 (quando uno andava a Firenze), furono, sino a che io ne rettificai la de- terminazione, ritenuti per H. undulata, da ciò abbia avuto origine l'erronea asserzione del prof. Carruccio. 356. Houbara Macqueeni (j. e. Gray) Ubara asiatica. Non ho nulla da aggiungere a quanto scrissi nella mia Avifauna Italica intorno a questa specie. ^ Bollettino del Museo zoologico della li. Università di Roma, voi. I. Dispensa 1-8 {Fauna locale) p. 22. Ruma, 36 — 562