Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/57


9. Pyrrhocorax alpinus, vieiu. (ex Gesn.) GrRACCHIO. Cioja del becli giaun {Cuneo) — Scorbattin dal becch. giald {Lomb.) — Pigion, Cola {Novara) — Mièrli di monta- gne, Corin {Friuli) — Zhui-la, Zliorla dal becli zal, Paola {Cadore, Feltre) — Corvu cu i pedi russi {Bless.) — Carro- ghedda de' monti, Stacola {Sard.). Piemonte: Frequente sui monti nella prov. di Cuneo, ove è sedentario e nidifica nel maggio allevando una sola covata {Ahre). Molto scarso, anzi accidentale nel distretto di Torino {Gasca) ; comunissimo sulle Alpi Cozie e Graie in quella provincia {Martorelli). Comune e sedentario sui monti dell' Ossola, nei grandi freddi soltanto scende al piano {Ba- zetta). Sedentario in Valsesia e nel distretto di Piedimulera, Novara; nidifica una sol volta in aprile e inn,ggio {Guarino- ìiij Danisi)] scarso, ma sedentario in quello di Crodo {Demori). Lombardia: Abbondantissimo nella prov. di Sondrio, ove vive sempre ai monti {Galli). Di comparsa accidentale in quella di Cremona {Ferragni). Raro ai monti in Lombar- dia {Turati)] frequente e sedentario {Borromeo). Veneto : Di passaggio nel distretto di Caprino, Verona, vedesi in grandi stormi sul Monte Baldo , ove probabil- mente nidifica {Pellegrini). Frequente e sedentario ai monti nella prov. di Vicenza {Molari^ Ferrari). Comune e seden- tario nel Cadore, Belluno, nidifica sui monti tra le roc- cie in giugno e luglio e scende nelle campagne durante l'inverno {Fissi); così nel distretto di Feltre (DeZa^Yo). Nel Friuli è comune e sedentario ai monti, nidifica sopra Pon- tebba {Vallon). Nel novembre 1887 scese in abbondanza al piano nel distretto di Cividale; è sedentario e numeroso sul Matajur, ove e sui monti vicini nidifica tra i cespugli sulle rupi scoscese {Del Torre). È rarissimo nella prov. di Pado