Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/511


Smerghi). 319. Mergus Merganser, Linn. (ex Gesn.) Smergo maggiore. Pescaréu grós, Pescaròii, x\.u-iiia pescarenla, An-uia pe- scadura (Basso-Piem.) — Resegott (L. Maggiore) — Aueròn dal bèch sotil {Feltre) — Sérule (Friuli) — Imperga (Rovigo) — SegHeta, Margùn (Spezia). Piemonte : Accidentale nella prov. di Cuneo ; ne venne ucciso uno nel 1855 vicino a Saluzzo (Abre). Di comparsa casuale nella prov. di Alessandria (Camusso). Lombardia : Scarso nella prov. di Milano (Brambilla). Invernale in quella di Cremona ; ogni anno capitano sul Po, ma sono quasi sempre giovani (Ferragni). Poco comune nella prov. di Mantova (Paglia). Generalmente raro in Lombar- dia (Ttirati, Borromeo). Veneto : Di scarso passaggio in dicembre e gennaio nel distretto di Feltre, Belluno (Delaito). Raro ed invernale nel Friuli ; ebbi un maschio adulto ucciso sul Natisene il 27 gennaio 1883 (Vallon)\ ne ebbe pure uno il signor Con- dotti di Premariacco, ucciso in quei pressi sul Natisone (Del Torre). E quasi raro nella prov. di Padova (Arrigoni). Raro assai in quella di Rovigo; ne vidi due uccisi nell'in- verno 1883 (Dal Fiume). Emilia : Di comj)arsa accidentale nella prov. di Parma (Del Prato). Liguria: Accidentale in autunno nel Nizzardo (Gal). In- vernale e assai scarso nel distretto di Spezia (Carazzi). Toscana: Accidentale d'inverno a Massaciuccoli, Lucca (Gragnani). Rarissimo nella prov. di Firenze; ne conservo uno (Avi/. Ital. p. 325) ucciso a Borgo S. Lorenzo il 28 dicem- — 496 —