Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/509


493 — pagnia di una femmina; uno o due giorni prima della uc- cisione del mascliio all'imboccatura del porto di Genova, i due uccelli furono veduti presso la spiaggia ad Arenzano (GiglioU). 31 '7. Somateria speetabilis (Linn.) Re degli Eidek. Nel « Bollettino del Naturalista » edito a Siena da S, Brogi (^vol. Vili, n. 9-10, p. 137), il conte dott. Alessandro P. Ninni annunzia che il 21 agosto 1888 venne ucciso dal cacciatore Giovanni Minotto alle Pignatelle (Laguna Veneta), un ma- schio non perfettamente adulto di questa specie artica, che ora per la prima volta sarebbe capitata in Italia. Il conte Ninni trovò lo stomaco e l'esofago pieni di Carcinus moìuas, e seppe dal Minotto che quell'uccello non era punto dif- fidente e che per impossessarsi della preda si tuffava ri- comparendo a galla dopo lunghi intervalli, come usa fare la Bucepliala Clangula. Con lettera in data del 24 settem- bre 1888, il conte Ninni mi conferma quanto sopra; egli gentilmente mi mandò uno schizzo della testa di quell'Ana- tra interessantissima, dal quale risulta in modo evidentis- simo che è un maschio semi adulto. Il conte Ninni ha fatto dono di questo rarissimo uccello al Museo Civico di Venezia che già tanto deve alla sua attiva generosità e di cui egli è il direttore. Ho potuto avere lo sterno e la trachea per la Collezione centrale dei Vertebrati italiani a Firenze. La Somateria spectahilis., che viene così per la prima volta a far parte dell' avifauna italica, è un uccello pretta- mente boreale ; vive lungo le coste europee ed asiatiche del- l' Oceano glaciale, alla Groenlandia, allo Spitzbergen e alla Novaia Zemlia; trovasi abbondante anche sulle due coste dell'America boreale, ove sembra scendere più in basso che non nel Vecchio Continente. Qui è rara specie invernale sulle spiaggie settentrionali e medie delle isole Britanniche, sebbene qualche coppia sembri essere sedentaria nelle più — 494 —