Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/50


— Sicilia: Sedentaria e abbondante nelle contrade orien- tali e meridionali della prov. di Messina; vi nidifica tra giugno e luglio, allevando una covata di 2 a 4 (Buggeri , Pistone). Sedentaria e frequento nel distretto di Modica, Siracusa {Della/onte, Garofalo). Cosi in quello di Terranova Caltanissetta, ove però non è abbondante ((7an;a««). Seden- taria e comune nel distretto delle Madonie, Palermo (Pa- liimho, Sforici). Sardegna: Sedentaria e comune ovunque, specialmente al piano ; è erratica (Bonomi). 6. Nueifraga Caryocatactes ^Linn.) (ex Gesn.) Nocciolaia. Verrou {Piem.) — Rompanos, Nicciolera {Novara) — Gaza iiisòlera (Berg.) — Cornacia de Tore {Rovigo) — Gaja da nosele, Graja noselera, Gaja mata {Cadore.! Feltré) — Snoso- léra {Padova) — Eleva {Nizza) — Corvo marino {Senese) — Carrughedda giajulada (Sard.). Parrebbe clie a lunghi intervalli, forse in occasione d'inverni molto freddi, questa specie immigrasse in Italia dalle regioni d'oltre Alpe; allora giunge da noi in gran numero e si spinge sin nelle nostre provincie centrali e meridionali; a mia conoscenza l'ultima di tali immigra- zioni ebbe luogo nell'autunno del 1868. Piemonte: Scarsa, ma sedentaria in montagna nella prov. di Cuneo ; vi nidifica in marzo ed in maggio , al- levando due covate, le uova deposte ^no 3 o 4, la incu- bazione dura da 15 a 18 giorni e vi prendono parte il maschio e la femmina {Abre). Tutti gli anni se ne trova qualche esemplare sul mercato di Torino {Martorelli). Di comparsa casuale nel Basso Piemonte; noto la cattura di un individuo a Voltaggio nell' autunno 1885; esso faceva parte di un branchetto di cinque o sei {Camussó). Non è comune, ma nidifica nell' Ossola (5asefto); sedentaria