Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/49


— 33 — (Camusso). Sedentaria nel distretto di Piedimulera, Novara {Danìsiy, abbondante e sedentaria in quello di Crodo {De- ììiorì). Lombardia: Accidentale nella prov. di Bergamo {Stefa- nini). Cosi pure d' inverno in quella di Cremona (Ferragni). Poco comune in quella di Mantova (Paglia). Cosi nella Lom- bardia in generale {Turati^ Borromeo). Veneto; Non comune nel Friuli, vedesi qua e là in pic- coli branchi {VaUon); fui assicurato che nidifica sulla torre della chiesa di Aquileia ' {Del Torre). Di comparsa irregolare nella prov. di Padova (Arrigoni). Yi sono due colonie nu- merose stabilite a Rovigo ed a Lendiuara, ma nel restante della provincia è scarsa {Dal Fiume). Emilia : Accidentale nella prov. di Parma {Del Prato). Liguria: Rara nel distretto di Arenzauo e Cogoleto, Ge- nova {Luciani); di casuale comparsa in quello di Spezia {Carazzi). Toscana: Rara nella prov. di Lucca, ne ebbi uno a Massaciuccoli nell' agosto 1883 {Gragnani). Nel distretto di Lavajano, Pisa, ne vidi un solo {Papasogli)^ nidifica in quello di Cedri, Peccioli {Degli Alessandri). Di accidentale comparsa in Val di Chiana, Arezzo {Griffoli). Accidentale nel Senese {Dei)] comune, sedentaria e di passo in ottobre nella Maremma (Dei, AdemoUo, Cambi). Marche: Comune ai monti e sedentaria {Paolucci). Lazio: Abbondantissima e sedentaria nel distretto di Montefiascone, Viterbo {Mimmi). Campania: Di comparsa accidentale nella prov. di Na- poli {Franceschini , Monticelli). Puglie: Sedentajjia, nidificante in colonie numerose, ma localizzate affatto {De Romita). Calabrie: Sedentaria nel distretto di Maida Catanzaro {De Fiore)., una volta comune e sedentaria a Ravagnese nella prov. di Reggio è ora scomparsa {Moschella). ^ Io" stesso l'ho trovata in piccola colonia sulla famosa torre di Aquileia, nel maggio 1884. 3 — 34