Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/48


Campania: Comune nella prov. di Napoli (Franceschini, Monticelli). Puglie : Comunissimo in branchi numerosi dai primi deli' ottobre al marzo (De Romita). Calabrie: Invernale nel distretto di Maida, Catanzaro {De Fiore). Così nella prov. di Reggio, ove è comune {Mo- schella. Moretti). Sicilia: Di transito irregolare, qualche anno abbon- dante sullo stretto di Messina in marzo-aprile {Buggeri^ Pi- stone). Abbondante d'inverno nel distretto di Lentini, Si- racusa {Bonfiglio). Giunge in ottobre e parte in marzo ed è frequente nel distretto di Modica (Della/onte^ Garofalo). Così in quello di Terranova, Caltanissetta (Carvana). Invernale e raro nel distretto delle Madonie, Palermo (Pahornho, Morici). Sardegna : Invernale, abbonda più al capo settentrio- nale (Bonoìui). 5. Lycos MonedUla (Unn.) (ex Gesn.) Taccola. Coloeus monedula, Salvad. Cròvpcit, Crovin (Basso-Pieni.) — Ciaula, Cournaja (No- vara) — Corvè tt (Mantova) — Cornacia de Tore (Ven.) — Core (Friuli) — Cornacchia (Marche, Viterbo) — Ciola (Bari) — Ciavùla (Calabr.) — Ciavula (Castelb.) — Pola, Ciaula di cam- panaru (Terran. Sicil.) — Carroga (Sard.). Piemonte: i^ccidentale; il 12 settembre 1885 ne trovai uno sul mercato di Cuneo e non venne conosciuto neanche dai vecchi cacciatori (Ahre). Un branco di 15 o 20 individui si fermò nell' inverno 1881 al seguito della caduta di gran quantità di neve sulle piante alte del giardino pubblico della Cittadella a Torino; è specie accidentale in provincia (Gasca, Pezzi). Accidentale affatto nel territorio di Voltaggio negli inverni rigidissimi ; al monte qualche coppia annida