Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/47


ili alto (Delaito). Invernale soltanto nel Friuli, ove vedesi a brandii (Vallon); assai scarso nel distretto di Cividale (Del Torre). Comune nella prov. di Padova (Arrigoni). Abbon- dante in quella di Rovigo (Dal Fiume). Emilia: Comune uell' inverno al piano nelle prov. di Ravenna e Bologna, vi giunge in ottobre (Bacchi della Lega); poco frequente nel distretto di Vergato, Bologna (Lorenzini). Comune nella prov. di Parma , sedentaria (?) (Del Prato). Liguria : Autunnale nel Nizzardo (Gal). Nel distretto di Savona si vede dalla metà di ottobre a tutto novembre ; ripassa in marzo (Piccone)] così in quello d'Arenzano, ove è più frequente nell'autunno (Luciani). Scarso, invernale, nel distretto di Spezia (Carazzi). Toscana: Di passo in autunno, divenuto scarso nella prov. di Lucca (Martorelli^ Fontebuoni) ; comune nel di- stretto di Massarosa, ove lo vidi anche in settembre (Gra- gnrini). Di passo con breve soggiorno nei distretti di Fau- giia e Lavajano, Pisa, dal novembre in poi (Ott^ Papasogli). Nella prov. di Firenze è scarso in ottobre nel distretto di Fucecchio (Turchettì) ; divenuto raro in quello di Empoli (Fucini) ; frequente in marzo e ottobre-novembre in quelli di Fiesole e Sesto fiorentino (GargioUi, Fontebuoni). Inver- nale nel Casentino, Arezzo (Beni, Pauer). Abbonda in grossi brandii alle due epoche del passo e durante i' inverno in Val di Chiana (Griffoli). Frequente d'inverno nel distretto di Sarteano, Siena; ma sembra che qualche individuo ri- manga stazionario tutto 1' anno nei monti (Bargagli). Au- tunnale ed invernale nel distretto di S. Gimignano [Paulucci, Marri). Abbonda da ottobre a marzo nel Senese ed in Ma- remma (Dei, AdemoUo, Cambi). In Toscana è invernale e co- mune ovunque (Poster). Marche : Comune ai monti e sedentario (?) (Paolucci).

  • Lazio : Invernale a stormi nel distretto di Montefia-

scone, Viterbo (Mimmi). Abruzzi : Frequente nel distretto di lelsi, Campobasso; giunge in novembre e parte in marzo-aprile (D Amico). — 32 —