Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/458


— 442 — Marche : Frequente {Paolucci). Campania: Di scarso passaggio in marzo, aprile e mag- gio nella prov. di Napoli (Franceschini, Monticelli). Vedonsi individui isolati di passo alla fine di aprile all'isola di Ca- pri (Cerio). Puglie: Estivo e comune (De Romita). Calabrie : Comune di passo, specialmente in aprile; ve- dasi anco in settembre nella prov. di Catanzaro (De Fiore). Così nella prov. di Reggio, anche nel maggio (Moschella). Sicilia: Comune di passo in marzo, aprile, maggio, e anche nidificante nella prov. di Messina (Buggeri, Pistone). Frequente nel distretto di Modica, Siracusa; giunge in aprile e parte in agosto (Della/onte, Garofalo). Di solo passo in aprile nel distretto di Terranova, Caltanissetta (Carvana). Frequente al litorale in aprile-maggio , nel distretto delle Madonie, Palermo (Palumbo, Morici). Sardegna: Di passo in primavera ed autunno; non tanto frequente (Bonomi). 2*78. Botaurus stellaris (Line.) (ex Ben.) Tarabuso. Leiroun (Basso-Piem.) — Cà de sère, Scacc (Berg.) — Tanabùs (MU.) — Tirabus (Mantov.) — Stràbuso, Osélo ca- valàro (Padova) — Pechecrots (Friuli) — Goìtre (Nizza) — Perdigiorni, Grixelan (Arenzano) — Capon de padù (Spezia) — Trabucco (Lucca) — Scarza cappona (Fucecchio) — Capóne servàggio, Capone servatéco (Nap.) — Liebbiire d'acqua (Calabr.) — Bittordu, Bittornai (Mess.) — Paturu (Terran. Sicil.). Piemonte: Scarso al piano in prov. di Cuneo, ove si mostra di doppio passo dalla metà di aprile alla metà di maggio, e dalla metà di ottobre alla metà di novembre (Abre). Frequente in quella di Torino (Gasca)] in primavera