Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/434


— del passo e sono specialmente giovani e più femmine che maschi (Camusso). Abbastanza comune e nidificante nel- r Ossola (Bazettà). Cosi nel Novarese {Eodino); nella Valse- sia fa una sola covata {Guarinoni). Lombardia : Comune al piano nella prov. di Sondrio {Galli). Così in quella di Milano {BramhiUa). Comune di passo e neir inverno nella prov. di Cremona (Ferragni). Fre- quente in quella di Mantova (Paglia). Cosi nella Lombar- dia in generale {Ticrati, Borromeo). Veneto : Piuttosto frequente nella prov. di Vicenza (ilio- Zar*); ove è sedentario (Ferrar/). Frequente e sedentario nel Cadore, Belluno {Tissi); così nel distretto di Feltre {Delaito). Frequente nel Friuli {yallon)] vi è sedentario {Del Torre). Comune e sedentario nella prov. di Padova {Arrigoni). Cosi in quella di Rovigo {Dal Fiume). Emilia : Sedentario nel distretto di Vergato, Bologna {Lorenzini). Comune e sedentario nella prov. di Parma {Del Prato). Liguria : Principalmente di passaggio in settembre nel Nizzardo (Gal). Comune nel distretto di Savona, ove giunge dalla fine di agosto a tutto ottobre e dove alcuni svernano ; parte e ripassa in aprile {Piccone). Sedentario e comune in quello di Arenzano, ove passa in aprile, e, meno abbondante, nell'autunno {Luciani). Frequente e sedentario nel distretto di Spezia, ove è specialmente abbondante d' inverno (Cara.j;;^/). Toscana : Comune alle due epoche del passo e special- mente in settembre, nella prov. di Lucca, ove è anche se- dentario {MartoreUi^ Gragnani). Frequente, specialmente in ottobre nel distretto di Lari, Pisa {Papasogli). Sedentario nella prov. di Firenze ; scarso nel distretto di Fucecchio ( Turchetti) ; frequente in quelli di Fiesole, Sesto e Signa {GargioUi, Fontehuoni). Comune e sedentario nel Casentino {Beni, Fiorini, Pauer). Cosi in Val di Chiana, ove inoltre molti se ne vedono di passo nell'ottobre {Griffoli). Sedenta- rio e di passo autunnale nel distretto di S. Gimignano, Siena {Paulucci, Marri). Comune d' autunno e d' inverno nel Senese {Dei) ; scarso di doppio passo nel Grossetano —