Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/431


Serchio nella prov. di Lucca; alcuni anni or sono ne ebbi un maschio adulto ai primi del novembre {Martorelli) ; nel distretto di Massarosa non è regolare nelle sue comparse; così nella primavera del 1878 il padule di MassaciuccoH ne fu coperto; poi non ne vidi più sino al maggio 1888, ed allora una sola coppia (Gragnani). Comune qualche anno in aprile e maggio nei distretti di Fauglia e Lari, Pisa ; si vede in branchi nelle praterie (Ott, Papasogli). Non rara, ma di comparsa irregolare in aprile e maggio nella prov. di Firenze, distretto di Sesto {Fontehuoni). Non co- mune, di passo irregolare in aprile, nel Casentino, Arezzo {Beni). In Val di Chiana è abbondantissima alcuni anni e scarsa in altri, sempre per pochi giorni in primavera al piano e nelle colmate ; ben di rado si vede in autunno {Gfrif- foli). Di passo ora più, ora meno copioso, in aprile, maggio e giugno, nelle prov. di Siena e di Grosseto {Dei^ AdemoUo). Comune di passo in primavera in Toscana; è sempre gre- garia (Roster). Marche: Frequente di passo (Paolucci). Campania : Scarsa, di passo in marzo, aprile e maggio nella prov. di Napoli {Francescldni^ Monticelli). Puglie : Giunge ordinariamente copiosa in piccoli bran- chi neir aprile e nella prima metà di maggio ; si rivede in scarso numero però nell'autunno {De Romita). Calabrie : Di passaggio, ma non comune nella prov. di Catanzaro {De Fiore). Frequente di passo in maggio in quella di Reggio {Moscìiella). Sicilia : Comune di passo, e qualche anno abbondante in aprile-maggio nella prov. di Messina, ove si vede anche in ottóhYQ {Buggeri, Pistone). Al piano, di passo soltanto, nel distretto delle Madouie, Palermo {Palumbo, Morici). Sardegna : Di passo in primavera ed in autunno; io non ebbi che individui giovani {Bonomi). — 416 —