Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/420


— 404 — presso Udine (Vallon)', raro nel distretto di Cividale (Del Torre). Poco frequente nella prov. di Padova {Arrigoni). Ra- rissimo in quella di Rovigo {Dal Fiume). Emilia : Scarso, ma nidificante nel distretto di Vergato, Bologna {Lorenzini). Scarso, ma sedentario nella prov. di Parma ; diventa erratico nell' inverno {Del Prato). Liguria : Non comune nel Nizzardo, ove si vede irre- golarmente {Gal). Comune e sedentario nel distretto di Aren- zano e Cogoleto, Genova {Luciani). Scarso, ma sedentario nel distretto di Spezia {Carazzi). Toscana : Accidentale nella prov. di Lucca, ne vidi uno a Massaciuccoli nel novembre 1886 {Gragaani). Raro nella prov. di Firenze; ne conservo tre colti a: Firenze 21 lu- glio 1841; Marcialla, Val di Pesa luglio 1875; Erbaia, Mu- gello 20 settembre 1883 {Giglioli). Scarso assai in Val di Ckiana; ne ebbi due, entrambi nell' inverno {GriffoU). Scarso, ma sedentario nelle prov. di Siena e di Grosseto {Dei, Ade- mollo). Sedentario e nidificante nell' isola di Giglio {Bian- chi). Non comune, ma sedentario in Toscana {Roster). Marche : Sedentario {Comizio agrario Fabriano). Lazio : Non raro e sedentario nel distretto di Monte- fiascone, Viterbo {Mimmi). Campania : Sedentario all' isola di Capri, ove due o tre coppie nidificano in aprile, deponendo 3 o 4 uova ; cibansi principalmente di Quaglie {Cerio). Puglie : Piuttosto raro, le poche catture avvennero alle due epoche del passo {De Romita). Sicilia: Comune e sedentario nella prov. di Messina {Ruggeri, Pistone). Scarso ai monti nel distretto delle Mado- nie, Palermo {Palumbo, Morici). Sardegna : Non comune, ma sedentario ; può darsi che qualcuno giunga in autunno; nell' agosto 1888 ne ebbi due presi a Donorì presso Cagliari {Bonoìni).