Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/419


— 403 — Sicilia: Accidentale nella prov. di Messina {Buggeri, Pistone). Frequente e sedentario ai monti nel distretto di Modica, prov. di Siracusa , vi nidifica in aprile, allevando una sola covata di 3 a 4 uova {Della/onte, Garofalo). 250. Falco Peregrinus, Tunst. ex Gesn. Falcone. Falchét, Oselaz (Cadore) — Falcon, Falcùzz (Friuli) — Falchete foresto (Padova) — Oselaz (Feltra) — Sivettua grossa (Arenzano) — Farco reale (Spezia) — Falco reale (Isola di Giglio) — Arbaneddu (Mess.). Anche io col G-urney ed altri non so ammettere come specie distinta dal Falcone comune il Falco leucogenys^ Brehm; dico ciò a proposito di un F. Peregrinus, femmina giovane uocisain Piemonte e conservata nel Museo zoologico di To- rino (Cat. 8892); che per avere la cervice biancheggiante ed una fascia biancastra limitante il pileo, venne conside- rato dal Menzbier come appartenente a quella sedicente specie (Salvadori, Ucc. ital. p. 52). Piemonte : Frequente in montagna nella prov. di Cuneo, ove nidifica nell'aprile, allevando una sola covata; diventa erratico nell' inverno (Aòre). Accidentale nella prov. di To- rino (Gasca). Non raro al monte nella prov. di Alessandria, dove annida e sverna ; casuale al piano (Camusso). Lombardia : Accidentale in autunno nella prov. di Cre- mona (Ferragni). Piuttosto raro in quella di Mantova (Pa- glia). Generalmente raro in Lombardia (Turati); piuttosto frequente (Borromeo). Veneto : Sedentario ai monti nel distretto di Bassano, Vicenza (Ferrari). Scarso, ma sedentario ai monti nel Ca- dore, Belluno (Tissi); frequente e sedentario nel distretto di Feltre; nidifica tra le rupi in maggio e giugno, ed alleva una sola covata di 2 a 4 (Delaito). Raro nel Friuli, ove so di due individui, uno dei quali venne ucciso nell' autunno 1883