Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/395


e). — 379 — Emilia : Di scarso passaggio nella prov. di Parma ; avuto il 6, 8 e 17 aprile {Del Prato). Liguria: Non raro di passaggio in maggio, nel Niz- zardo {Gal). Scarso nel distretto di Savona, ove si vede in aprile e maggio {Piccone). Nel distretto di Arenzano è co- mune in aprile coi venti di tramontana {Luciani). Frequente nel distretto di Spezia, di doppio passo regolare; qualcuno rimane l'inverno {Carazzi). Toscana : Comune e sedentario al piano nella prov. di Lucca {3IartoreUi j Fontebuoni^ Gragnanì). Sedentario nella prov. di Firenze {Giglloli) ; comune nel distretto di Fucec- chio {Turclietti) ; scarso in quello di Sesto fiorentino {Fonte- buoni). Scarso al piano nel Casentino, Arezzo {Beni). Seden- tario, rna non abbondante in Val di Chiana, in primavera sembra fare un passaggio numeroso {Griffoli). Non comune nel distretto di Sarteano, Siena {Bargagli). Non frequente nel Senese {Dei)] sedentario in Maremma {Ademollo, Cambi). Non raro in Toscana, specialmente alle epoche del passo {Poster). Marche : Scarso al piano {Paolucci). Abruzzi : Frequente e sedentario nel distretto di lelsi, Campobasso {D'Amico). Campania : x4.ccidentale nella prov. di Napoli; uno fu ucciso a Somma nel 1882 {Franceschinì, Monticelli). Puglie : Comune e sedentario alle Saline, frequente di doppio passo altrove {De Romita). Calabrie : Comunissimo al piano e sedentario nella prov. di Catanzaro {De Fiore). Sedentario e di passo in maggio-giugno ed ottobre, in quella di Reggio, ove ebbi i nidiace! in agosto {Moschella). Sicilia: Sedentario e comune nella prov. di Messina, anche di passo in marzo, aprile e maggio {Puggeri, Pistone). Cosi nel distretto di Lentini, Siracusa {Bonfiglió). Scarso, ma sedentario in quello di Modica {Della/onte, Garofalo). Sardegna: Comunissimo e sedentario ovunque sono pa- duli {Bonomi). — 380 —