Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/383


o. — 367 — 333. A.SÌO OtUS (Linn.) (ex Gesn.) Gufo. Mesdùch, Urócc, Lurócc, Aucco {Basso-Pievi.) — Sceve- ton, Cui da ja jeui, Olouch di bosch (Nov.) — Lok (Berg.) — ■ Ciusso ( Veron.) — Gufo , Aloco coi corni ( Vicenza) — Ciò (Cadore) — Catùss (Friuli) — Burububù (Feltre) — Necioula, Picioun dugo (Nizza) — Testa gatto (Arenzano) — Gufo (Spezia) — Bufo (Pisa) — Allocco (Lucca) — Gufo, Nganna- pastore (Campobasso) — Cuccazzu (Mess.) — Curnuteddu (Terran. Sicil.) — Faguanu (Castelb.). Piemonte: Scarso al monte in prov. di Cuneo, d'in- verno scende al piano; da noi nidifica una sola volta nel maggio (Abre). Poco frequente in quella di Torino (Casca ^ Martorelli). Rarissimamente nidificante in quel di Voltag- gio ; pochi individui rimangono a svernare nel Basso Pie- monte (Camusso). Non raro nell' Ossola, ove però non si vede nell'inverno (Bazetta). Di passaggio tra il 15 maggio e il 15 giugno nel distretto di Crodo, Novara (Demori). Lombardia : Scarso ai monti nella prov. di Bergamo (Stefanini). Puramente invernale in quella di Cremona (Fer- ragni). Poco comune nella prov. di Mantova (Paglia). Gene- ralmente comune in Lombardia (Turati, Borromeo). Veneto: Nel distretto di Caprino (Verona) è abbastanza comune e sedentario, nidifica nei bosclii (Pellegrini). Piut- tosto scarso nella prov. di Vicenza (Molari). Frequente e sedentario nel Cadore, Belluno, ove nidifica nel maggio de- ponendo 4 a 5 uova ed allevando una sola covata (Tissi); così nel distretto di Feltre, ove però è scarso (Delaito). Non raro nel Friuli, ove deve nidificare, giacché l'ho veduto più volte nel bosco di S, Giovanni Manzano nel maggio e nel luglio (Vallon); pare essere sedentario nel distretto di Cividale (Del Torre). Abbastanza frequente nella prov. di —