Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/377


361 — STRIGES. STFtlGID^^ {Strigi). 319. Strix flammea, Linu. (ex Gesn.) Barbagianni. Dona (Alba) — Dama, Damina, Daminn-a {Basso- Piem.) — Cravea, Cravareul (Novara) — Louronck (Lomb.) — Balùco (Padova) — Ciuite {Friuli) — Barbazagn ( Vergaio) — Mou- nega (Nizza) — Runifim (Savona) — Aiico (Spezia) — Gufo (Marche) — Faccioiiio (Camjyobasso) — Malaciedd (Bari) — Facciòmm, Facciòmmo jànco (Naj).) — Varvajanni, Bar- vajanni, Barbajaniii (Calabr.) — Barbajanni, Piula (Mess. Lentinij Modica, Terran. Sicil.) — Faguanu biancu (Castelb.) — Stria bianca (Saì^l.). Piemonte : Frequente e sedentario ovunque nella prov. di Cuneo, vi nidifica una sola volta, nel maggio (Abre). Cosi in quella di Torino (Gasca, Pezzi, MartoreUi). Comune e se- dentario al piano, scarso al monte in prov. di Alessandria; qualche individuo però emigra nell' inverno (Camusso). Ra- rissimo nel!' Ossola (Bazetta) ; vi ha nidificato (Pertusi). Nella Valsesia alleva una sola covata nel giugno (Gìiariìioni) ; è sedentario ìiel distretto di Piedimulera, raro e di doppio passo in quello di Crodo, Novara (Danisi, Demori). Lombardia : Non comune nella prov. di Sondrio; vive al piano (Galli). Frequente ovunque in quella di Bergamo (Ste- fanini). Cosi nella prov. di Milano {Brambilla). Comu