Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/363


vai un giovane in un nido di Fringuelli e sotto, in terra © ripuliti dalle Formiche, erano gli scheletri dei Fringuellini {Bacchi della Lega). Estivo e frequente nel distretto di Ver- gato, Bologna (Lorenzini). Estivo e non raro nella prov. di Parma (Del Pomato). Liguria: Estivo nel Nizzardo, abbondante durante il passo primaverile (Gal). Cosi nel distretto di Savona, ove giunge in aprile e dove alcuni rimangono ai monti; parte o ripassa nel settembre (Piccone). Così pure nel distretto di Arenzano, ove è frequente nel passo primaverile, scarso in quello autunnale ; trovai giovani Cùcùli nei nidi di Moìiti- cola saxatilis^ Accentor modidaris e Miliaria Projer ; pochi si riproducono nel distretto (Luciani). Frequente ed estivo in quello di Spezia (Carazzi). Toscana : Estivo nella prov. di Lucca; giunge ai primi d'aprile e parte o ripassa verso la metà di settembre; nel maggio frequenta le pinete in cerca di bruchi ; non molti rimangono l'estate (3fartorelli, Fontebuoni) ; nel distretto di Massarosa si vede già nel marzo (Gragnani). Rimane dal- l'aprile al settembre nei distretti di Fauglia e Lari, Pisa, ed è più abbondante in collina (Ott, Papasogli). Estivo nella prov. di Firenze, scarso al piano e frequente ai monti; giunge in aprile e parte in settembre (I^enzi, Tiirchetti, Fu- cini, Gargiolli, Ginorij Fontebuoni). Frequente nel Casentino, Arezzo ; giunge in aprile e parte in settembre (Beni., Fiorini, Pauer)', cosi in Val di Chiana (Griffoli). Comune da aprile a luglio nel distretto di Sarteano, Siena (Bargagli) ; così in quello di S. Gimignano (Paulucci, il/arri). Comune dall'aprile al settembre ; gli adulti partono in agosto ; nelle prov. di Siena e ài Grosseto (Dei, Ademollo, Cambi). Passa in maggio al- l' isola di Giglio (Bianclii). Estivo e comune in Toscana ; so di due giovani tolti da nidi àoììsi. Sylvia orpliaa nel 1883 ; il 23 no- vembre 1881 un adulto fu trovato morto nel Chianti (Poster). Marche : Estivo, frequente ed erratico (Paolucci). Lazio : Comune, giunge nel distretto di Montefiascone, Viterbo, nel marzo, depone le uova nei nidi di Lodola e di Strillozzo, e parte ai primi di agosto (Mimmi). — 348 —