Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/362


- — 34G — tri 1777; all'Alpe Nembro nel 1884 una coppia di R. titys aveva il nido in una cucina a pian terreno, e per giun- gervi passava per una feritoia del fienile e per il vano di una botola. Il 28 maggio il proprietario si recò all'Alpe, e aperta la porta della cucina vide un Cùcùlo svolazzare contro le pareti ; lo prese e quindi si accorse del nido dei Codirossi che conteneva anche un uovo di Cùcùlo. È qui evidente che il Cùcùlo non poteva vedere il nido, ma ne indovinò la presenza dall' andirivieni dei Codirossi, e li se- guì per la stessa strada, che poi, sorpreso, non seppe ritro- vare (Bazetta). Non molto comune nel distretto di Crodo ove depone le uova (Demori) ; in Valsesia depone le uova dalla metà di maggio al luglio nei nidi di altri uccelli ; le sue uova variano assai, essendo rossiccie, verdastre o turchine talvolta macchiate, talvolta lineate di color rossastro, oli- vastro o bruno ; vengono deposte ad intervalli (Guarinoni). Lombardia: Comune ovunque nella prov. di Sondrio {Galli). Nel Comasco giunge in primavera e parte in settem- bre {Rosales). Frequente nella prov. di Bergamo (Stefanini). Cosi in quella di Milano (Brambilla). Estivo e comune nella prov. di Cremona (Ferragni). Comune tra aprile e ottobre in quella di Mantova (Paglia). Greneralmente comune in Lom- bardia (Turati, Borromeo). Veneto : Non raro nella prov. di Verona (Pellegrini). Ni- dificante e di passo in quella di Vicenza (Violavi). Frequente nel Cadore, Belluno; giunge in aprile e parte in agosto (Tis- si) ; cosi nel distretto di Feltre, ove giunge nel maggio (De- laito). Frequente nel Friuli nei luoghi boschivi ; arriva in aprile e parte nella seconda metà di ottobre. Il 12 mag- gio 1882 trovai un uovo di Cùcùlo nel nido di una Sylvia cinerea, sensibilmente più grande delle altre due che nel nido si trovavano, esso però s'avvicinava molto ad esse pel colorito (Vallon). Comune ed estivo nel distretto di Civi- dale (Del Torre). Comune nella prov. di Padova (Arrigoni). Abbondante ed estivo in quella di Rovigo (Dal Fiume). Emilia: Abbastanza comune nelle prov. di Ravenna e Bologna, vi giunge in maggio e parte in settembre ; ne tro- — 347 —