Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/359


re- — 343 — quelite al piano nella j)rov. di Bergamo (Stefanini). Così in quella di Milano {Bramhilla). Estivo ed abbondante nella prov. di Cremona {Ferragai). Così in quella di Mantova [Pa- glia). Generalmente comune in Lombardia {Turati^ Borromeo). Veneto : Non raro e sedentario nella prov. di Verona {Pellegrini). Scarso, nidificante e di passaggio nella prov. di Vicenza [Molari^ Ferrari). Scarso nel Cadore, Belluno, ove passa in aprile ed in agosto (Tissi); così nel distretto di Feltre, ove è però frequente (Delaito). Comune nel Friuli; giunge nella seconda metà di aprile, nidifica e parte in ot- tobre {Vallon, Del Torre). Comune; qualcuno sverna nella prov. di Padova; ne ebbi uno colto a Merendole (Monselice) il 10 novembre 1886 ' (Arrigoni). Abbastanza frequente e ni- dificante in quella di Rovigo {Dal Fiume). Emilia: -Comunissimo ovunque nelle prov. di Ravenna e Bologna, vi giunge in maggio e parte in settembre aven- dovi nidificato {Bacchi della Lega) ; così nel distretto di Ver- gato, Bologna {Lorenzini). Estivo e nidificante nella prov. di Parma {Del Prato). Liguria : Di passaggio in primavera ed autunno nel Niz- zardo (Gal). Comune specialmente in primavera nel distretto di Savona, ove non è accertato cbe nidificbi (Piccone); estivo in quello di Arenzano, ove abbonda in primavera (aprile e maggio), e scarseggia in autunno (Luciani). Frequente ed an- che sedentario nel distretto di Spezia ; ne ebbi in gennaio e febbraio (Carazzi). Toscana : Comunissimo ; alcuni rimangono assai tardi nella prov. di Lucca (Martorelli, Fontebuoni) ; Sedentario nel distretto di Massarosa (Gragnani). Sedentario e comune nei distretti di Faugiia, Lari e Peccioli, Pisa (Ott., Papasogli, Venerosi). Nella prov. di Firenze è piuttosto scarso, ma se- dentario nel distretto di Fucecchio (Lenzi^ Turchetti) ; fre- quente, specialmente di passo in marzo e settembre-ottobre in quelli di Fiesole, Sesto e Signa (GargioUi, Fontebuoni). Co- ' Il 22 dicembre 1887 il conte E. Arrigoni degli Oddi mi spediva uno di questi uccelli m carne; era stato ucciso presso Monselice. — 344 —