Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/340


tembre (Beni, Fioì'ini, Pauer). Comune assai in Val di Chiana, giunge in aprile e parte in agosto (Griffoli). Cosi nel di- stretto di Sarteano, Siena (Bargagli) ; ed in quello di S. Gimi- gnano {Marri). Nel Senese giunge abbondante circa un mese dopo la Rondine, parte tra il 20 ed il 21 luglio; raramente si vede qualche giovane in agosto , e sembrano essere quelli di una seconda covata, effettuata soltanto nei casi in cui è andata a male la prima, giacché nei casi usuali il Rondone alleva una sola covata {Dei). Così nella prov. di Grosseto, ove però qualcuno si vede anche in settembre {AdemoUo, Cambi). Estivo e nidificante sull'isola di Giglio ; ho potuto constatare in modo positivo che durante l' incubazione le femmine rimangono la notte sui nidi, mentre i maschi s'in- nalzano a grandi altezze nell'aria per non scendere che all'alba, quando raggiungono le femmine (Bianchi). Estivo e comunissimo in Toscana giunge alla fine del marzo, al- leva due covate e lascia le città pei monti tra il 10 e 15 ago- sto; poco dopo parte (Roster). Marche : Comune ovunque, giunge in aprile-maggio, ni- difica in maggio e giugno e parte in luglio-agosto (Paolucci). Lazio : Estivo e comune nel distretto di Montefiascone, Viterbo (Mimmi). Abruzzi: Comune nel distretto di lelsi, Campobasso; giunge nella seconda metà di aprile e parte in settembre (U Amico). Campania : Frequente al piano nella prov. di Napoli (Franceschini, Monticelli). Passa in aprile e non si ferma al- l' isola di Capri (Cerio). Puglie: Estivo e comune, giunge in aprile, nidifica sulle torri e parte in settembre (De Romita). Calabrie : Comune da aprile a settembre nella prov. di Catanzaro; qualcuno rimane l'inverno' (De Fiore). Estivo e comune in quella di Reggio (Moschella, Moretti). Sicilia: Estivo, comune, ma non abbondante nella prov. di Messina (Ruggeri, Pistone). Frequente dalla metà di aprile J Osserrazione che andrebbe accuratamente controllata. — 325 —