Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/248


32 — fino alle prime nevi ; è sconosciuto al piano (Camusso). Non raro nel Novarese {Rodino). Lombardia : Comunissimo ovunque nella prov. di Son- drio {Galli). Frequente nella prov. di Bergamo {Stefanini). Cosi in quella di Milano {Brambilla). Invernale e fors' anche sedentario nella prov. di Cremona {Ferragni). Comune nella Lombardia in generale {Turati ^ Borromeo)] vi nidifica (Tz^raft). Veneto : Di passaggio nella prov. di Vicenza {Molari). Piuttosto scarso nel Friuli ed apparentemente estivo ai monti ; non ne trovai il nido ( Vallon). Comune nella prov. di Padova {Arrigoni). Scarso in quella di Rovigo {Dal Fiume). Emilia: Nelle prov. di Ravenna e di Bologna vedesi alle epoche del passo, ma rimane sino al novembre (Bacchi della Lega). Frequente più delle altre specie congeneri ne\\si prov. di Parma {Del Prato). Liguria : Abbondante specialmente in autunno nel Niz- zardo {Gal). Numeroso nell'estate ai monti, ove nidifica nel distretto di Savona; scende al litorale col freddo ed allora molti giungono dal settentrione {Piccone). Comune ed inver- nale nel distretto di Arenzano {Luciani). Frequente e seden- tario in quello di Spezia {Carazzi). Toscana: Comune e sedentario ai monti nella prov. di Lucca (Gragnani). Scarso in ottobre e novembre nel distretto di Lari, Pisa (Papaso^r/i). Sedentario nella prov. di Firenze, ma abbonda più nell' inverno {Turchetti, Gargiolli). Non co- mune, ma nidificante nel Casentino, Arezzo (Beni, Pauer) ; vi è sedentario {Fiorini). Sedentario in Val di Chiana, ma più abbondante alle epoche del passo, specialmente in pri- mavera {Griffoli). Sedentario nel distretto di Sarteano, Siena {Bargagli); così in quello di S. Gimignano {Paiducci, Marri). Invernale e comune nelle prov. di Siena e di Grosseto {Dei, Ademollo) ; anche sedentario nel distretto di Gavorrano {Cam- bi). Di passo all'isola di Giglio {Bianchi). Comune in To- scana, specialmente nell'ottobre {Poster). Marche : Scarso ed erratico {Paolucci). Puglie: Abbonda tutto l'inverno, giunge in ottobre e parte coli' aprile {De Romita). — 233 — .