Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/242


— 131. Fhylloseopus sibilator (Bechst.) Lui VERDE. Touiou (Alba) — Cincia verd, Buscariu verd, Sisì, Boén, Ciarlettuin (Basso-Fiem.) — Zuit-Znit, Ciuit verdogn (Nov.) — Tuì verd (Berg.) — Cini (Vicenza) — Zaléte (Pa- dova) — Ciii-ciàu (Friuli) — Zhiiit, Ciuit (Cadore, Feltre) — Lui, Caneto (Rovigo) — • Boin de primaveja (Savona) — Boeii (Arenzano) — Luì, Boain (Spezia) — Lui (Fisa) — Chiuino verde (Lucca) — Gualanèlla (Nap.) — Virdeddu, Virdidduni (Mess.). Piemonte: Frequente ovunque in prov. di Cuneo, ove nidilica una sola volta, nel maggio (Ahre). Poco frequente in quella di Torino (Gasca). Abbastanza comune nel Basso Piemonte dal principio di primavera ad autunno, dopo la quale stagione emigra (Camusso). Neil' Ossola giunge in aprile, nidifica e nell'autunno parte (Bazetta). Piuttosto fre- quente e nidificante in Valsesia e nel distretto di Crodo, Novara; fa una sola covata tra maggio e giugno (Guari- ìioni, Demori). Lombardia : Comune ovunque nella prov. di Sondrio (Galli). Frequente in quella di Bergamo (Stefanini). Cosi in quella di Milano (Brambilla). Comune di doppio passaggio e molto probabilmente nidificante nella prov. di Cremona (Ferragni). Scarso nella Lombardia in generale (Turati, Bor- romeo). Veneto: Comunissimo nella prov. di Verona (Fellegrini). Nidificante e di passaggio in quella di Vicenza (Molari). Frequente, nidificante e di passaggio in aprile ed agosto nel Cadore, Belluno (Fissi); cosi nel distretto di Feltre, ove però si vede in marzo (Delaito). Abbastanza comune nel Friuli; giunge in ajDrile, nidifica ai monti e ridiscende in copia al piano in settembre ed ottobre per emigrare (Val- lon): nel distretto di Cividale nidifica nei saliceti lungo il