Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/239


— 223 — rissima nel distretto di Spezia, ne ebbe una presa alla Marinella presso Sarzana nel maggio 1860, il prof. F. Magni-GrifE, e la conserva nella sua raccolta (Carazzi). Sicilia: Non abbondante, ma sedentaria e di passo in marzo-aprile e settembre-ottobre nella prov. di Messina {Euggeri, Pistone). Sedentaria e frequente nel distretto di Terranova, Caltanissetta (Carvana). Sardegna: Comune e sedentaria, specialmente ai monti (Bonomi). 138. Agrobates galactodes (Temm.) RUSIGNOLO AFRICANO. Aedon galactodes, Salvad. Rusignolo d'Africa (Aut. Ital.). Veneto: Sul finire del 1886, ebbi in dono dal signor Angelo Senna un individuo maschio di questa specie, che venne catturato nel Veneto colle reti circa il maggio 1882, e fu tenuto per qualche tempo in gabbia. Il Senna lo acquistò già preparato in Milano, alla fiera detta di Sant'Ambrogio, e non potè sapere in quale località del Veneto era stato preso. Figura ora nella Collezione Centrale dei Vertebrati italiani N. 2829 Cat. degli Uccelli (GiglioU). Liguria: Nel giugno 1887, venne preso un maschio bellissimo nei pressi di Nizza; si conserva in quel Museo Civico (Gal). Accidentale nel distretto di Spezia e Sarzana, una sola cattura nota (Carazzi). 129, Agrotoates familiaris (Ménétr.) RUSIGNOLO LEVANTINO. Aedon familiaris., Salvad. Non è per me ammissibile il dubbio che esprime il Salvadori {Ucc. ital. p. 144) intorno alla provenienza degli - 224 —