Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/222


Toscana: Specialmente di passo in aprile e settembre nella prov. di Lucca {Martorelli^ Gragnani). Assai più comune all'epoca del passo in agosto al piano che in collina nei distretti di Fauglia e Lari {Ott, PajpasogU). È scarso nella prov. di Firenze, giunge in marzo e parte in settembre (Tnrchetti, GargioHi, Fontebuoni). Frequente, estivo e nidifi- cante nel Casentino, Arezzo {Beni, Pauer). Di passo in marzo e settembre in Val di Chiana; qualcuno rimane l'estate; specie meno frequente della precedente (Griffoli). Comune da marzo a settembre nel distretto di Sarteano, Siena (Bar- gagli). Poco comune in aprile e da settembre a novembre ne] le prov. di Siena e di Grosseto {Dei, Ademollo). Passa ab- bondante nella seconda metà di aprile ed in settembre al- l'isola di Griglio {Bianchi). Estivo e comune in Toscana (Roster). Marche: Scarso al piano {Paolucci). Nidifica molto pro- babilmente sui monti di Urbino, Pesaro {Cariyegna). Campania : Scarso .nelle prov. di Napoli {Franceschini, Monticelli). Passa dalla fine di febbraio a tutto maggio ed in settembre all'isola di Capri {Cerio). Puglie : Scarso, si vede in autunno, ma più facilmente in aprile {De Romita). Calabrie : Non comune, ma nidificante nel distretto di Maida, Catanzaro {De Fiore). Sicilia: Comune, nidificante e di passo in marzo-aprile ed ottobre-novembre nella prov. di Messina {Ruggeri, Pi- stone). Sardegna: Raro al piano; uno lo donò al Museo di Sassari il prof. Martorelli, un altro lo diedi io a quello di Cagliari {Bonomi).