Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/211


in aprile nella prov. di Firenze (Lenzi^ Fontebuoni)] passa anche in settembre-oitobre {Giglioli)] nel distretto di Sesto fiorentino si crede che questo sia un abito primaverile del Codirosso comune {Fontehuoni). Raro assai nel Casentino, Arezzo [Beni). Scarso in primavera in Val di Chiana (Grif- foli). Raramente si vede intorno alle acque semi-termali e pressoio gore dei molini (V inverno nel distretto di Sarteano, Siena {Bargagli). Raro nel Senese, ove l'ebbi in aprile ed ottobre {Dei). Specie non scarsa in Toscana al piano alle due epoche del passo (Boster). Marche : Raro (Paohicci). Campania : Di scarso ed irregolare passaggio in aprile neir isola di Capri (Cerio). Sicilia: Raro nella prov. di Messina (Buggeri)] di passo in marzo-aprile ed in settembre (Pistone). Raro, di passo in aprile e settembre nel distretto di Terranova, Caltanissetta (Carvana). Sardegna : Avventizio , ebbi soltanto una femmina (Bonomi). IO 9. Cyanecula suecica (Linu.) Pett' azzurro a macchia rossa. Pett' azzurro orientale (Aut. Ital.) — Grorgiu bleu (Nizza) — Cuarossa da Madonna (Arenzano). Piemonte: Ho spesso trovato anche questa specie alle due epoche del passo nella prov. di Torino (Martorelli). Lombardia: Raro assai (Turati). Veneto : Di dubbiosa comparsa nella prov. di Padova; mi venne riferito che il 2 aprile 1886 fu preso nelle -^àci- nanze della città un Pett' azzurro a macchia rossigna, non so altro (Arrigoni). Liguria: Non tanto raro nel Nizzardo, specialmente durante il passo primaverile (Gal). Raro in aprile nel di- stretto di Arenzano e Cogoleto, Genova (Luciani). Assai — 196 —