Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/177


88. Dromolaea leucura (j. f. Gmei. ex Lath.) Monachella nera. Queu-blanc pignatié (Nizza) — Merlou ciappà da cua gianca {Arenzano) — Mataccinn nini (Mess.). Liguria: Abbastanza comune e sedentaria nel Nizzardo; nidifica ai monti e scende al piano nell' autunno (Gal). Rara, ma sedentaria nel distretto di Arenzano e Cogoleto; in una vallata sarebbe scomparsa affatto questa specie in seguito alla venuta del Falcone (Luciani). Rara nel distretto di Spezia, ove si trova sui monti tra Portovenere e le Cinque Terre; nel R. Museo di Pisa è un esemplare preso a Portovenere, ed il prof. F. Magni-GrifS. mi disse che in settembre si trova regolarmente sui monti sopra Vernazza, e che ne uccise cinque un giorno a S. Bernardino (Ca- razzi). Toscana: Accidentale in Maremma (AdemoUo)] ne ebbi uno da Orbetello il 2 maggio 1865 (Dei). Sicilia: Rara ai monti nella prov. di Messina (Pistone). Sardegna: Scarsa, ma sedentaria sui monti, anco nei pressi di Cagliari (Bonomi). 89. Dromolsea leucopyga (c. l. Biehm) Monachella nera a testa bianca. Monachella testa bianca (Aut. Ital.). Nulla ho da aggiungere a quanto dissi su questa spe- cie nella mia Avifauna Italica; sinora un solo individuo è stato preso nella regione nostra. 90. Monticela SaXatiliS (Linn.) (ex Gesn.) Codirossone. Passra soulitaria roussa, Roussigneul, Cuorossón, Merlo ciapà. Merlo ciapón (Basso-Piem.) — Merl-rouss (Nov.) — Ca- li — 162