Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/147


n — 131 — maggio e parte in ottobre (Vallon). Poco frequente nella prov. di Padova {Arrigoni). Emilia : Non raro nella prov. di Parma {Del Prato). Liguria : Di doppio passaggio nel Nizzardo {Gal). Ni- ■ difica ai monti nel distretto di Savona, ove giunge in aprile o ai primi di maggio, parte tra la fine d' agosto e la metà di settembre ; è piuttosto scarso {Piccone). Nel distretto di Aren- zano è frequente durante il passo primaverile, scarso in quello autunnale {Luciani)] così in quello di Spezia, ove abbonda in aprile (Carazzi). Toscana : Non comune nel distretto di Massarosa, Lucca {Gragnani). Scarso, più abbondante al passo in alcuni anni, nel distretto di Fauglia, Pisa {Ott)\ estivo e nidificante in quello di Peccioli {Degli Alessandri). Nella prov. di Firenze è scarso al piano in settembre nel distretto di Fiesole {Gargiol- li) ; poco frequente o di irregolare comparsa in quelli di Sesto fiorentino e Signa {Fontehitoni). Comune e nidificante nel Ca- sentino, Arezzo, ove passa in marzo ed ottobre {Beni, Fio- rini). Poco frequente nel passo autunnale e meno in quello primaverile in Val di Chiana {Griffoli). Estivo, ma non co- mune nel distretto di S. Gimignano, Siena, ove nidifica sol- tanto sul Cornoccliio ai Sodi di Pignano {Marri). Comune sulle crete nel Senese da agosto ad ottobre {Dei) ; erratico in Maremma {Ademollo). Passa in settembre all' isola di Giglio (Bianchi). Specie estiva abbondante per la Toscana ; è irre- golarissima nelle migrazioni ; giunge in aprile ed anco nel marzo, alleva due covate e la massa parte in agosto ; ne ho ucciso uno il 17 novembre; nel 1884 fu abbondante, scarsa nel 1885 e 1886 {Poster). Marche: Comune al piano; arriva in- aprile-maggio, nidifica in giugno, e parte in agosto-settembre {Paolucci). Sembra essere nidificante nei monti di Urbino, Pesaro {Carjìegna). Campania : Scarso nella prov. di Napoli {Franceschini , Monticelli). Puglie: Si vede solitario od in branchetti in agosto ed in. aprile {De Pomi