Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/135


— 119 — 58. Pallasia sibirica (j. f. Gmei. ex Paii.) Calandra siberiana. Pterocorys sibirica, Salvad. Il Salvadori, oltre ad una innovazione inutile nel ter- mine generico di questa Lodola , dà per l' individuo cattu- rato a S. Lucia nei pressi di Verona una data diversa da quella che diedi io (Avi/. Ital. p. 58), cioè 8 ottobre 1871; ho ragioni per mantenere la mia data del 2 ottobre. Tro- vandomi a Rovereto il 28 agosto 1887, rinvenni in quel Museo Civico un esemplare di questa specie rimasto sinora inosservato. È una femmina molto simile a quella presa nei pressi di Verona, ma forse un poco più giovane ; fu presa alle reti nelle vicinanze di Rovereto nell' ottobre 1885. In questi giorni poi ho ricevuto dai fratelli Gal una femmina di questa specie, che pare esser stata uccisa in quei pressi nell'ottobre 1887. Questo sarebbe il quinto esemplare della Calandra siberiana di cui si avverte la cattura in Italia. 59. Otocorys alpestris (Linn.) LoDOLA GOLA GIALLA. Lódla russa {Romag.) — Calandruni svariu (Mess.). Lombardia : Ai primi del dicembre 1887 venne cattu- rato un individuo di questa specie nei pressi di Bergamo (Camozzi- Vertova). Veneto; Rara e di comparsa irregolare nella prov, di Padova {Arrigoni). Emilia : Varii individui di questa specie furono uccisi nei prati di Casanola, Romagna, il 28 ottobre 1874; viag- giavano con altre Lodole {Bacchi della Lega). Liguria : Ho ricevuto dai fratelli Gal un bellissimo ma- schio di questa specie, ucciso nei pressi di Nizza nel gen- naio 1888 iGiglioU). Raro ed accidentale nel distretto di — 120 —