Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/133


- — 117 — eira {Calabr. Messina) — Calannira, Oarannuluni, Calannaruni {Terrari. Sicil.). — Calandria manna {Sarei.). Piemonte : Rarissima e di sola comparsa casuale, nella prov. di Alessandria, mentre nel finitimo Grenovesato è in qualclie anno comune nel passo di primavera {Camusso). Rara nell' Ossola, ove qualche individuo giunge di passo (Bazetta). Di passo autunnale nel distretto di Orodo, Novara (Demori). Lombardia : Ebbi come rarità dal dott. M. Cermenati un individuo di questa specie ucciso nei dintorni di Lecco il 27 ottobre 1888 {Giglioli). Abbastanza frequente e seden- taria al piano nella prov. di Bergamo (Stefanini). Rara al piano in Lombardia (Turati)', vi nidifica (Borromeo). Veneto : Frequente e nidificante al piano nel distretto di Feltre, Belluno; vi fa passaggio in febbraio ed ottobre (Delaito). Piuttosto rara e di comparsa irregolare nel Friuli; la trovai abbondante nel dicembre 1884, e ne vidi in no- vembre e dicembre del 1885 (Vallon)] nel distretto di Ci- vidale si vede tutto 1' anno in branchetti sulle colline, al piano è più frequente nell'inverno (Del Torre). Ebbi dal signor G. De Mitri un maschio ed una femmina di questa specie da lui uccisi ai Bottenighi, Mestre, Venezia, il 10 gen- naio 1888; in quella località questa specie sembra essere stazionaria, almeno tra ottobre e gennaio (Giglioli). Di com- parsa irregolare, ma non molto rara nella jDrov. di Padova (Arrigoni). Rara in quella di Rovigo (Dal Fiume). Emilia : Non comune, ma nidificante nelle prov. di Ra- venna e di Bologna (Bacchi della Lega). Liguria : Invernale nel Nizzardo (Gal). Avventizia nel distretto di Savona; ne ebbi un maschio il 16 marzo 1875 con grande abbondanza di neve e di uccelli (Piccone). Ac- cidentale in quello di Arenzano (Luciani). Rara assai in quello di Spezia (Carazzi). Toscana: Scarsa, ma sedentaria nella prov. di Lucca (Gragnani). Sedentaria, ma non comune nel distretto di Fau- glia, Pisa (Ott) ; frequente al piano in quello di Lavajano , — 118 —