Pagina:Avifauna italica, primo resoconto.djvu/127


. — Ili — {Friuli) — Peuca (Feltre) — Ciato de palù (Padova) — Zol, Zul (Boi., Rav.) — Nizzola di padule (Sen.) — Ziulu di pantanu (Mess.) — Ziviilu di pantana (Terran. Sicil.) — Or- giali de is cannas, Orgiali de is cannissonis, Orgiali de is mustassus (/Sard.). Piemonte: Frequente al piano nella prov. di Cuneo; vi nidifica in maggio (Aire). Piuttosto frequente nella prov. di Torino, nell'inverno e sul principiare della primavera (Martorelli); lo trovai molto scarso nel distretto di Torino (Gasca). Di rara comparsa e solo durante l' autunno nel Basso Piemonte (Camusso). Raro nell' Ossola (Bazetta). Se- dentario nel distretto di Piedimulera, Novara (Danisi); rarissimo, di passaggio autunnale, in quello di Crodo (Demori). Lombardia : Non comune al piano in prov. di Sondrio (Galli). Poco frequente in pianura nella prov. di Bergamo (Stefanini). Frequente in quella di Milano (Brambilla)] di passaggio non abbondante nella prima metà di aprile e di ottobre (Magretti). Abbondante tra ottobre e aprile nella prov. di Cremona (Ferragni). Frequente in quella di Man- tova (Paglia). Cosi nella Lombardia in generale (Turati, Borromeo). Veneto : Comune di passo e sedentario al piano nel distretto di Caprino, Verona (Pellegrini). Frequente, nidifi- cante e di passo nella prov. di Vicenza (Molavi). Frequente al piano di passaggio in ottobre, novembre e marzo nel distretto di Feltre, Belluno, ove non nidifica (Delaito). Assai comune e sedentario nei Friuli, ove nidifica in aprile (Vallon)] in quel di Cividale si vede al piano, ove sarebbe sedentario (Del Torre). Comune nei luoglii paludosi nella prov. di Padova (Arrigoni). Così in quella di Rovigo (Dal Fiume). Emilia : Comunissimo nella stagione dei passi e anche in quella della nidificazione nelle paludi nelle prov. di Ra- venna e di Bologna (Bacchi della Lega). Abbastanza frequente nella prov. di Parma (Del Prato).