Pagina:Ascensioni umane Fogazzaro.djvu/50

28 Ascensioni umane

della specie umana dai bruti, è tuttavia utile, nel senso religioso, di mantenere le ipotesi circa uno svolgimento graduale degli organismi e segnatamente del corpo umano, che, concepite da quegli illustri teologi antichi, possono conciliarsi col trasformismo moderno. È utile, per esempio, di ricordare che Suarez, il quale combatte le ipotesi di S. Agostino e sostiene la creazione immediata e diretta dell’uomo, così riferisce le opinioni di S. Giovanni Grisostomo, dell’Abulense e del Castro circa quest’ultimo punto: «Intelligunt ergo corpus hominis delineatum ed externa hominis forma compositum et imperfecte dispositum præcessisse tempore introductionem animæ, ac proinde ab imperfecto ad perfectum successive producendo, tandem ad ultimam dispositionem pervenisse1». Questo corpo abbozzato e imperfetto, che verrà conformandosi col tempo alla disposizione perfetta del corpo di Adamo e, raggiuntala, acquisterà un’anima; questo corpo che vive e non è ancora uomo, non possiede ancora uno spirito umano, in

  1. «Pensano dunque che il corpo umano delineato e composto in forma d’uomo e imperfettamente lavorato, abbia avitto esistenza prima che vi fosse introdotta l’anima; e poscia conducendosi passo passo da uno stato imperfetto a uno perfetto, sia pervenuto all’ultima sui condizione,» e Suarez, De opere sex dierum, Lib, iii, Cap, i.