Pagina:Ascensioni umane Fogazzaro.djvu/34

12 Ascensioni umane

Evoluzione un libro1 con propositi assai più metafisici che scientifici, L’autore, un calvinista che, non potendo sopportare le dure dottrine della sua Chiesa, ne uscì di slancio e andò a cader fuori del Cristianesimo, afferma, nel bel principio del suo libro pieno di cuore, di caldo e torbido ingegno, il necessario antagonismo della dottrina trasformista e della fede religiosa; e se il Laplace ha detto che ogni progresso della scienza spinge più indietro nella storia dell’Universo l’azione di una Causa prima, il Powell si domanda se non si potrebbe con uno spintone definitivo «by one final push» eliminarla del tutto; e aspira evidentemente a questa gloria. Fra noi, per citare un esempio recentissimo, il prof. Morselli, riproducendo sostanzialmente nelle sue dottissime lezioni di antropologia generale, un passo del Saggio sull’ipotesi nebulare di H. Spencer, afferma che il concetto di Creazione, inconciliabile con quello di Evoluzione, appartiene a uno stadio inferiore della conoscenza umana2. Oggi, a suo avviso, l’unico sistema filosofico vitale è l’evoluzionismo monistico, Segue tali maestri una folla anonima pigliando anzitutto delle nuove dottrine le due che

  1. Powell, Our heredity from God.
  2. Morselli, Lezioni di antropologia. Lezione seconda, pag. 40.