Pagina:Ascensioni umane Fogazzaro.djvu/32

10 Ascensioni umane

ziazione, e l’idea di progressivo perfezionamento degli organismi, ma tutta l’opera sua è intesa a dimostrare l’antagonismo delle tradizioni religiose e della dottrina ch’egli vede combattuta dai preti di tutte le chiese, e di cui riverisce il massimo autore in quel Carlo Darwin che protestò sempre contro l’accusa di irreligiosità, che in tutte le edizioni del suo libro sull’Origine delle specie mantenne, malgrado la nota lettera a Hooker, il vocabolo Creato. In fronte alla seconda edizione di quel libro Carlo Darwin scrisse le parole con le quali il vescovo Butler riconosce nelle leggi naturali la stabile volontà di una mente intelligente; Haeckel prese il motto della sua Anthropogenie nel Prometeo di Goethe, nel poema dell’odio contro Dio.

Anche il Virchow, che racchiude in sè uno scienziato e un filosofo tra loro discordi, dopo avere assalito con violenza le stesse basi scientifiche del trasformismo, si abbandona all’odium antitheologicum, cui dà l’onesto nome di Gefühlsstandpunkt1; oppone, con argomenti morali, ai teologi cristiani quella stessa teoria sulla origine dell’uomo di cui prima ha voluto demolire le prove scientifiche, ed esce in queste parole ben

  1. Punto di vista del sentimento.