Pagina:Arturo Graf - Le Danaidi.djvu/174


162 AL CROCIFISSO LfXOO LA VIA L’attendi invano, sai: Eterno è il tuo supplizio. Provati a dire: Sitin! Aceto e fiele avrai; E peggio di così, Ipotecando i cicli, I tuoi cari fedeli Ti conciano ogni dì. Già per trenta denari Fosti venduto e cesso: Ma adesso, oh, i Cristi adesso Sarebbero men cari; E il Governo alla bassa E stentata mercede Sol per atto di fede Imporrebbe una tassa. — Che fai qua, tra la biada, Così sfregiato e tristo, Che fai, povero Cristo, A fianco della strada?