Pagina:Arturo Graf - Le Danaidi.djvu/171


ULTIMA CAMPANA 159 ULTIMA CAMPANA Non udite? lontana, lontana, Nel silenzio dell’ombra sopita, Sclama e romba una cupa campana. Da qnel lembo di cielo ond’emana, La sua voce m’esorta, m’invita, Con parola sovrana ed arcana. Via, lasciatemi andare. Più strana D’ogni sogno, più vana è la vita, Questa povera vita mondana. Spunterà dietro l’erta montana, Ma per altri, l’aurora fiorita, Ma per altri, la stella diana. O campana, campana, campana, La mia favola breve è finita, La breve mia favola vana.