Pagina:Arturo Graf - Le Danaidi.djvu/128


11G CONSIGLI A UN POETA GIOVANE VI. Devotamente la bellezza adora, Che ben d’amore e d’onoranza è degna; Né disertar la sua beata insegna Per voglia o dubbio che in te nasca o mora. Troppo il mondo s’attrista e discolora Se avvien che il puro suo fulgor si spegna; E sol dov’ella irradiando regna II cammin della vita all’uom s’infiora. Ma non a lei dal basso mondo e truce, Tutta conceder l’anima rapita, Ogni altra dea sdegnando, ogni altro duce. Se bene in lei sia vita a luce unita, Ella non è però tutta la luce, Ella non è però tutta la vita.